Informazioni

L’ecografia è una metodica diagnostica non invasiva che utilizzando ultrasuoni (onde sonore) emessi da particolari sonde appoggiate sulla pelle del paziente, consente di visualizzare organi, ghiandole, vasi sanguigni, strutture sottocutanee ed anche strutture muscolari e tendinee in numerose parti del corpo.
Durante l’esecuzione dell’ecografia, l’area da esaminare viene inumidita con un apposito gel, non tossico, che consente una migliore trasmissione degli ultrasuoni attraverso il corpo umano.

L’ecografia costituisce uno dei primi approcci allo studio del corpo umano, fatta eccezione della parte scheletrica e delle strutture interne alla scatola cranica. Gli ultrasuoni, infatti, non sono in grado di studiare le strutture ossee.
Le ecografie sono, invece, molto utilizzate per lo studio del collo (tiroide, linfonodi), dell’addome (fegato, reni, milza, pancreas, eccetera), della pelvi (vescica, utero, ovaie, prostata), delle vene e delle arterie (carotidi, aorta, eccetera), dell’apparato muscolare (muscoli, tendini, legamenti).

Si raccomanda di presentarsi con tutta la documentazione  medica in vostro possesso: esami radiologici precedenti (Radiografie, Ecografia, TAC, Risonanza Magnetica, PET, Scintigrafia), analisi del sangue recenti, lettera di dimissione dall’ospedale, relazione di visita specialistica e richiesta del medico che ha prescritto l’ecografia.

  • Ritiro immediato del referto

Comprende lo studio dei seguenti organi e visceri: vescica, utero e annessi (nelle femmine), prostata e vescichette seminali (nei maschi), vasi e linfonodi iliaci, recesso peritoneale del Douglas.

  • Richiede preparazione.

INFORMAZIONI PER LA PREPARAZIONE:

È necessario avere la vescica piena. Ciò significa: assunzione di 1 litro di acqua 1 ora prima dell’esame ed evitare di urinare. Nel caso in cui il Paziente abbia problemi cardiaci, renali o d’ipertensione arteriosa, è consigliabile, anziché bere, trattenere l’urina per 5 – 6 ore prima dell’appuntamento. Nel caso specifico dello studio dell’apparato genitale femminile (utero ed ovaie), oltre al riempimento vescicale è preferibile eseguire l’esame nei primi giorni dopo la fine delle mestruazioni. È consentito prendere tutti i farmaci che si assumono abitualmente.

Comprende gli organi e i visceri dell’addome superiore e inferiore.

  • Richiede preparazione.

INFORMAZIONI PER LA PREPARAZIONE:

Nei 2 giorni prima dell’esame è preferibile seguire una dieta priva di latticini e suoi derivati (formaggi, yogurt…), di frutta, di verdura, di legumi e di bevande gassate. Negli stessi giorni della dieta assumere 2 compresse di carbone vegetale per 3 volte al giorno dopo i pasti. Digiuno ed astensione dal fumo per almeno 6 ore prima dell’esame. È consentito bere acqua e tutti i farmaci che si assumono abitualmente.

In caso di richiesta URGENTE, è sufficiente il digiuno per 6 ore prima dell’esame.

Comprende lo studio dei seguenti organi e visceri: vescica, utero, annessi, vasi e linfonodi iliaci, recesso peritoneale del Douglas.

  • Richiede preparazione.

INFORMAZIONI PER LA PREPARAZIONE:

È necessario avere la vescica piena. Ciò significa: assunzione di 1 litro di acqua 1 ora prima dell’esame ed evitare di urinare. Nel caso in cui il Paziente abbia problemi cardiaci, renali o d’ipertensione arteriosa, è consigliabile, anziché bere, trattenere l’urina per 5 – 6 ore prima dell’appuntamento. Nel caso specifico dello studio dell’apparato genitale femminile (utero ed ovaie), oltre al riempimento vescicale è preferibile eseguire l’esame nei primi giorni dopo la fine delle mestruazioni. È consentito prendere tutti i farmaci che si assumono abitualmente.

Comprende lo studio dei seguenti organi e visceri: vescica (prima e dopo la minzione), prostata, vescichette seminali, vasi e linfonodi iliaci, recesso peritoneale del Douglas.

  • Richiede preparazione.

INFORMAZIONI PER LA PREPARAZIONE:

Clistere di acqua tiepida (almeno 500 ml) 3 ore prima dell’esame, allo scopo di ripulire l’ultimo tratto di intestino dalla presenza di feci. Assunzione di 1 litro di acqua 1 ora prima dell’esame ed evitare di urinare. Nel caso in cui il Paziente abbia problemi cardiaci, renali o d’ipertensione arteriosa, è consigliabile, anziché bere, trattenere le urine per 5 – 6 ore prima dell’appuntamento. È consentito prendere tutti i farmaci che si assumono abitualmente.

Presentarsi con dosaggio del P.S.A. (è un esame del sangue)

Comprende lo studio della tiroide, delle ghiandole paratiroidee e dei linfonodi del collo.

  • NON richiede preparazione.

Comprende lo studio delle ghiandole salivari maggiori, quali le parotidi e le ghiandole sottomandibolari, oltre ai linfonodi sottomandibolari e laterocervicali.

  • NON richiede preparazione.

Comprende lo studio della tiroide, delle paratiroidi, delle ghiandole salivari e dei linfonodi del collo.

  • NON richiede preparazione.

L’ecografia muscolo-scheletrica rappresenta l’esame di prima scelta in caso di contusioni, stiramenti e strappi muscolari (o sospetti tali), di tendiniti (al gomito, ginocchio, piede, mano, polso, caviglia, tendine di Achille), di tendinopatie della spalla, di cisti, borsiti, ematomi sottocutanei o intramuscolari. 
Consente lo studio delle articolazioni quali spalla, gomito, polso, anca, ginocchio e caviglia e delle piccoli articolazioni come ad esempio le dita. lo studio morfologico statico e dinamico di muscoli e tendini, studio delle lesioni dell’apparato muscolare, tendineo e legamentoso con particolare riguardo a traumi sportivi; si prefigge uno studio accurato delle strutture anatomiche, oggetto di sollecitazioni estreme conseguenti alla pratica sportiva agonistica e dilettantistica, che risultino interessate da postumi traumatici o degenerativi .
In ambito sportivo, l’ecografia muscolo-tendinea si dimostra particolarmente utile per definire al meglio il danno muscolare e tendineo di:

  • Traumi contusivo – distorsivi articolari
  • Lesioni muscolari quali contratture, distrazioni, strappi, contusioni
  • Lesioni tendinee quali tendinite, peri tendiniti, tendinopatie, rotture tendinee parziali e totali
  • Lesioni da sovraccarico funzionale L’ecografia muscolo-tendinea in soggetti anche non sportivi consente la valutazione di strutture sedi di processi infiammatori o degenerativi spesso causa di dolori od limitazioni funzionali.
  • NON richiede preparazione

Comprende lo studio di gran parte delle articolazioni del corpo, come per esempio: spalla, gomito, polso, mano, ginocchio, caviglia.

  • NON richiede preparazione.

È lo studio delle anche dei neonati, come screening per la displasia o lussazione congenita dell’anca. In assenza di sospetti clinici, è consigliabile effettuarla tra il 2° ed il 3° mese di età.

  • NON richiede preparazione.

Comprende lo studio dei nervi periferici dell’arto superiore e dell’arto inferiore.

  • NON richiede preparazione.

Comprende lo studio dei tessuti molli del corpo, comprese l’ascella e l’inguine.

  • NON richiede preparazione.

Comprende lo studio dei testicoli, degli epididimi, dei funicoli spermatici, della cavità scrotale e dei vasi spermatici.

  • NON richiede preparazione.

Comprende tiroide, linfonodi, ghiandole salivari, masse sottocutanee, secrezioni della mammella.

RACCOMANDAZIONI:

Le controindicazioni all’esecuzione dell’Agoaspirato/Agobiopsia di organi superficiali e profondi sono rappresentate dalle patologie con ridotta coagulazione del sangue e dall’assunzione di terapia anticoagulante (es. Coumadin) o antiaggregante piastrinica (es. Aspirina, Aspirinetta, Ticklid e simili). In tale evenienza, le terapie vanno sospese o sostituite con altra terapia compatibile con il prelievo (es. eparina), sotto la guida del Medico Curante.

Prenota ORA

045 69 02 712

Chiama per maggiori informazioni o per prendere un appuntamento

Ecografie

INFO DOC
Dott. Ghassan El-Dalati

Timetable

https://www.curaesalute.com/
Ottobre 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
30123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031123